Arcidiocesi di
Oristano
Mons. ANTONINO ZEDDA (don Toz)

Per comunicare con il parroco

Telefono fisso: 0783/296719 

Cellulare: 3475412899 

sanjoseph@virgilio.it    (mail ufficiale della parrocchia)

toninozedda@virgilio.it  (mail personale)

Programma settimanale
Domenica 13 Gennaio - Domenica 20 Gennaio
13
Domenica
BATTESIMO del SIGNORE
Lo Spirito discese su di Lui
 
ore 8: Invit. Uff. Letture e Lodi
ore 8,30: Messa: Pro Populo
ore 10,30: Messa: Efisio Turnu
Conclusione del tempo di Natale
 
 
14
Lunedý
ore 7,30: LODI e Messa: Antonia e Raimondo
 
 
15
Martedý
ore 7,30: LODI e Messa: Giuseppe e Maria
 
16
Mercoledý
ore 17,30: VESPRI e Messa: Antonietta e Grazia
 
17
Giovedý
ore 7,30: LODI e Messa: Antonio Ortu
 
18
Venerdý
ore 7,30: LODI e Messa: in onore di San Giuseppe
 
19
Sabato
ore 18,30: Messa: per le vocazioni al sacerdozio
(sono presenti i seminaristi e il Rettore)
 
 
20
Domenica
ore 8: Invit. Uff. Letture e Lodi
ore 8,30: Messa: defunti famiglia COA
ore 10,30: Messa: Renato Atzori
 
 
AVVISI
• Terminato il tempo di Natale riprendiamo il catechismo e le attività pastorali ordinarie.
• Mercoledì 16 gennaio: ore 19,30: incontro del Gruppo Catechisti;
IN ASCOLTO DELLA PAROLA
Il brano evangelico di questa domenica, che chiude il tempo di Natale, contiene due solenni dichiarazioni sull'identità di Gesù: anzitutto quella del precursore Giovanni Battista, quindi la voce del Padre. La prima è provocata dalla reazione del popolo alla predicazione e al battesimo di conversione di Giovanni: non sarà forse lui il Messia? Giovanni risponde che c'è una differenza sostanziale tra il battesimo con acqua che egli dona e quello in Spirito Santo e fuoco che darà Gesù. La seconda proviene dal cielo ed è pronunciata durante il battesimo di Gesù. Sullo sfondo della scena c'è il popolo dei peccatori, da cui avanza umile e silenzioso Gesù, che chiede anch’egli il battesimo di penitenza. Il centro della scena non sta nell'atto del battesimo, ma nei fatti che l'accompagnano: si aprono i cieli, lo Spirito scende su di lui e si udì una voce che annuncia l'identità di Gesù. La Parola di questa domenica intende mostrarci con il racconto del battesimo la solenne presentazione di Gesù al mondo. Essa sarà completa solo nella croce e nella resurrezione. Infatti sulla croce vengono riproposti due volti di Cristo, quello umano-salvifico con la morte in croce per la nostra redenzione, quello divino tramite la professione di fede del centurione: «Veramente costui è Figlio di Dio!». La parola di Dio in questo giorno del Signore ci invita a contemplare e adorare il volto di Cristo che S. Agostino ha così presentato in una sua riflessione: «in quel volto noi riusciamo a intravedere anche i nostri lineamenti, quelli del figlio adottivo che il nostro battesimo rivela». don TOZ
 
 
Copyright © 2011 Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - TharrosNet © 2011