Arcidiocesi di
Oristano
Mons. ANTONINO ZEDDA (don Toz)

Per comunicare con il parroco

Telefono fisso: 0783/296719 

Cellulare: 3475412899 

sanjoseph@virgilio.it    (mail ufficiale della parrocchia)

toninozedda@virgilio.it  (mail personale)

Programma settimanale
Domenica 19 Maggio - Domenica 26 Maggio
19
Domenica
V di Pasqua
Amatevi anche voi, gli uni gli altri.
 
 
ore 8: Invit. Uff. Letture e Lodi
ore 8,30: Messa: Quintino Steri
ore 10,30: Messa: pro populo
 
 
20
Lunedý
ore 7,30: Messa: in onore della Madonna
ore 21: Rosario comunitario (giardini di Viale Repubblica)
 
 
21
Martedý
ore 7,30: Rosario comunitario e Messa: in onore della Madonna
 
22
Mercoledý
ore 17,30: Rosario comunitario e Messa: Nanneddu Accareddu
 
23
Giovedý
ore 17,30: Rosario comunitario e Messa: deff. fam. Masala
 
24
Venerdý
ore 7,30: Rosario comunitario e Messa: Mattana Giuseppina
ore 20: Lit. Penitenziale: Bambini della Prima Comunione
 
 
25
Sabato
ore 18,40: Rosario comunitario
ore 19: Messa: Rina ZEDDA (Trigesimo)
 
 
26
Domenica
ore 8: Invit. Uff. Letture e Lodi
ore 8,30: Messa: Franco Mariotti
ore 10,30: Messa: pro populo
PRIME COMUNIONI
 
 
AVVISI
Mercoledì 22: ore 19,30 – Incontro catechisti
Venerdì 24: ore 20: Confessioni
Domenica 26: Messa Solenne per le Prime Comunioni.
IN ASCOLTO DELLA PAROLA
La V domenica di Pasqua ci riporta all'ultima cena di Gesù nel cenacolo di Gerusalemme. Cena che Egli consuma con i suoi discepoli, prima di salire sul patibolo della croce, tradito da Giuda e abbandonato da tutti. Gesù è il Dio fedele che va incontro alla morte per noi e che vive il comandamento dell'amore fino in fondo, esplicitandolo la misericordia che manifesta nel momento della morte, chiedendo perdono a Dio Padre per i nostri peccati, è l'esempio di come vivere il comandamento dell'amore misericordioso, non solo in quest'anno giubilare della misericordia, ma per tutto il resto della nostra vita e della nostra esistenza cristiana. Il messaggio che ci viene da questo unico, vero e certo Salvatore dell'uomo e del mondo è chiaro: Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri. L'amore è il cuore del messaggio cristiano. Un amore che ha un chiaro riferimento a quanto Gesù ha fatto per noi. In quella notte del giovedì santo, a conclusione della cena pasquale, mentre Giuda è uscito da quel luogo di amore e di dedizione e donazione, per portare a compimento il suo progetto di odio e di distruzione verso se stesso, verso gli altri e verso Dio. Chi vive nell'odio non può essere vicino a Dio, non può stare insieme ai fratelli della fede, non fa' chiesa, né aiuta la chiesa a costituirsi come famiglia di Dio, che vive di amore e nell'amore.
Gesù che, alla vigilia della sua passione e morte in croce, raccomanda ai suoi discepoli di amarsi ci porta nel cuore e al centro di tutto il messaggio cristiano, che è messaggio di amore e di riconciliazione per tutti. L'amore è stare con il Signore, sempre, in questo mondo e nell'eternità. Senza amore l'uomo rimane solo con se stesso, nelle tenebre dell'errore e del peccato, come Giuda. L'amore è donazione, è servizio, è distaccato da tutto ciò che idolatria e possesso smodato di cose che non possono dare felicità, perché effimere e senza energia rigeneratrice di grazia e misericordia. TOZ
 
 
Copyright © 2011 Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - TharrosNet © 2011