Arcidiocesi di
Oristano
Mons. ANTONINO ZEDDA (don Toz)

Per comunicare con il parroco

Tel. 0783.212023 (solo al pomeriggio o sera)

Cel. 347.5412899 (sempre acceso)

sanjoseph@virgilio.it    (mail ufficiale della parrocchia)

toninozedda@virgilio.it  (mail personale)

Categoria: News
domenica 22 luglio 2018
XVI domemica del Tempo Ordinario: un commento al vangelo
Riposare in Dio
themes/parrocchia.oristano.sangiuseppelavoratore/uploads/mkNews/attachments/1512_GesłeApostoli.jpg
Gesù vide molta folla e si commosse per loro perché erano come pecore senza pastore". Domenica scorsa il vangelo di Marco ci aveva presentato l'invio dei 12: oggi leggiamo del ritorno entusiasta dei primi missionari. Leggendo il brano di oggi godiamo assieme a Gesù nell'ascoltare il resoconto vivace degli apostoli dopo l'esperienza fatta! Vedendo la folla Gesù ha compassione. La compassione di cui ci parla il vangelo non é un semplice sentimento, ma esprime un cuore tenero, attento e pronto ad amare; è il gesto tipico della mamma verso il bambino che ha bisogno; è la compassione di Dio verso Israele oppresso in Egitto. La compassione di Gesù di fronte alla folla stanca del viaggio, senza capi e senza alcuna direzione, ma affamata di Dio, diventa azione, servizio, dedizione e non una semplice emozione momentanea. Vedendo che "erano come pecore senza pastore, egli si mise a insegnare loro molte cose" (v.34). Il suo primo servizio è l'insegnamento, l'evangelizzazione. Nello stesso tempo il racconto di oggi ci parla dell'attenzione di Gesù verso i suoi discepoli che tornati felici, ma stanchi, hanno bisogno di ritirarsi in disparte, di trovare tempo per riposare, per raccogliere le forze, per cogliere il senso della loro missione, per vedere gli eventi più in profondità per non cadere nell'attivismo o nel bisogno esasperato di vedere subito i risultati. Tante sono le necessità e le pressioni della folla che non lasciano tempo per riposare, per il silenzio, l'intimità con Dio, la contemplazione. Anche per noi, preti e operatori pastorali viene il tempo estivo del riposo non solo al mare o in montagna ma…in Dio. Per tutti dovrebbe esserci un tempo di riposo, di silenzio, di preghiera personale: per stare con Dio e con noi stessi e tornare carichi per donarci ai nostri fratelli e alla missione che ci attende!
 
don Toz
Copyright © 2011 Parrocchia San Giuseppe Lavoratore - TharrosNet © 2011